INFRASTRUTTURA
AL PASSO
CON L'ERA DIGITALE

Un'infrastruttura pienamente funzionante unita ad una strategia innovativa e di prospettiva sono gli elementi fondamentali per la crescita di un'azienda: rimanere eccessivamente legati a pratiche preesistenti può mettere a rischio i programmi di trasformazione digitale.

Per stare al passo con lo sviluppo di nuovi software, sistemi e migrazioni al Cloud hai bisogno delle giuste persone che monitorino e facciano progredire la tua infrastruttura, garantendone la massima efficienza e solidità. Dì addio alla tecnologia obsoleta e dai il benvenuto a nuove opportunità.

Pensiamo noi a trovare
i professionisti di cui hai bisogno

Che tu stia cercando un Infrastructure Engineer o un Network Engineer, noi siamo in grado di identificare i migliori talenti. Grazie al nostro database globale ed al network di relazioni con numerosi professionisti del settore, siamo all'altezza di affrontare questa sfida.

Siamo già in contatto con quelle persone che aiuteranno la tua azienda a raggiungere traguardi sempre più ambiziosi. 

Puoi chiamarci o condividere con noi i tuoi riferimenti per essere contattato.

Confermo di aver letto e di accettare i Termini e Condizioni d'utilizzo. Inviando questo form, aderisco alla Privacy Policy di Hays.

Responsive Image

 Potenziare e ridimensionare l'infrastruttura IT, garantendo rischi minimi per la sicurezza informatica, costi contenuti e le migliori prestazioni, non è mai stato un aspetto così importante come ora. Non a caso infatti la domanda di esperti in questo ambito è cresciuta vertiginosamente.

E mentre i progetti di trasformazione digitale continuano ad aumentare e le aziende sembrano pronte ad implementare operazioni ancora più flessibili e meno centralizzate attraverso la scalabilità del cloud, la domanda di professionisti in questo ambito sembra destinata a rimanere costante.
Fabiano Peveralli
Head of Hays Technology Italia

Le risposte alla domande più frequenti in ambito Infrastructure

Posso inserire in organico sia un consulente esperto di infrastrutture sia un collaboratore assunto?

Nell'ambito delle infrastrutture è possibile trovare sia consulenti/freelance sia dipendenti. Il professionista che assumi dipende naturalmente dal tipo di lavoro che deve fare: alcune iniziative di trasformazione digitale, come ad esempio il lancio di sistemi e strumenti per lavorare da remoto, possono risultare più adatte per i consulenti.
 
I ruoli che richiedono una più costante manutenzione dei servizi, invece, sono probabilmente meglio svolti dai lavoratori dipendenti. In generale entrambe queste tipologie di professionisti sono molto richieste nel mercato e la concorrenza è alta. Perciò ti consigliamo di agire in fretta e di non aspettare troppo per individuare la persona giusta per la tua azienda.

Quanto guadagna un esperto in infrastrutture?

Possiamo dire che la retribuzione dipende dal ruolo ricoperto, dalla seniority del professionista e dalla location dell'azienda. Per un Network Engineer o un Infrastructure Engineer gli stipendi annuali di solito si aggirano tra 30.000€ e 45.000€.
 
Se i suddetti profili sono consulenti/freelance possono aspettarsi da 370€ a 740€ al giorno, mentre le retribuzioni degli Infrastructure Architect potrebbero aggirarsi tra 490€ e 580€ al giorno.

A quali competenze devo prestare maggiore attenzione quando assumo esperti in Infrastrutture?

A parte le competenze relative alla specifica area di competenza, è bene che sia esperto in materia di Cyber Security, affinchè garantisca massima protezione e sicurezza alle aziende che ora lavorano completamente in modalità da remoto.
 
Da non dimenticare le soft skill, che possono realmente fare la differenza. Cerca un professionista in grado di guidare l'azienda verso una continua trasformazione tecnologica e che possieda quelle capacità di comunicazione con gli stakeholder tali da diventare il collegamento fra le attività più tradizionali e lo sviluppo di software.

Come faccio a valutare le competenze di un esperto di infrastrutture?

Il CV ed un eventuale assessment tecnico ti potranno indicare se un candidato può avere le competenze tecniche e le qualifiche di base richieste. Quando però si tratta di valutare un range di competenze più ampio, è possibile farlo solo attraverso i colloqui.
 
Poni ai candidati domande sulla loro esperienza in ruoli simili in ambito progettazione o nel supporto alla creazione di sistemi resilienti. Cerca di capire il modo in cui gestiscono i diversi stakeholder dei progetti. Assicurati che siano buoni comunicatori, sicuri, capaci di lavorare in team e assicurarsi il consenso sia dei tecnici esperti sia di quelli con molte meno competenze tecnologiche.
 
Infine, sii certo che diano l'impressione di essere un'autorità tecnica in ambito infrastrutturale, compresi Data Center e Cloud.

C'è molta concorrenza tra le aziende per attrarre i talenti in ambito infrastrutturale?

Assolutamente sì. Le aziende dei diversi settori di mercato si rivolgono a noi per ricercare e selezionare esperti di infrastrutture al fine di sostenere il lancio di grandi programmi di trasformazione digitale o per aggiustare falle nella loro infrastruttura tecnologica, causate dai repentini cambiamenti su larga scala dopo l'arrivo del Covid-19.
 
Gli Infrastructure Engineer, Manager e Architect sono i profili maggiormente richiesti. Inoltre, in seguito all'implementazione di massa del lavoro da remoto e della migrazione attualmente in corso verso il Cloud, gli specialisti in questo campo sono attualmente molto ricercati, così come i 2nd line Support Engineer - ci saranno, infatti, sempre delle difficoltà iniziali nel momento in cui si implementa qualcosa di nuovo.