Come scrivere un CV: 8 suggerimenti per chi si candida per la prima opportunità lavorativa nel settore tecnologico

Se ti stai candidando per la tua prima opportunità lavorativa nel settore tecnologico, scrivere un CV che evidenzi ogni tua potenzialità non è cosa semplice. Anche se la tua esperienza professionale e la conoscenza delle competenze tecniche richieste sarà limitata (o magari nulla), non rinunciare a candidarti.

L’evidente divario di competenze digitali a cui stiamo assistendo rivela che numerose aziende stanno rivolgendo la propria attenzione a candidati senza alcuna esperienza nel settore. Di seguito puoi trovare 8 suggerimenti per la stesura di un CV che dimostri la tua idoneità come candidato per un determinato ruolo nel settore tecnologico.

1) Impagina il CV con attenzione

Il tuo CV dovrà attirare subito l’attenzione del selezionatore che potrebbe aver già ricevute decineo anche centinaia di candidature per quel ruolo! Da qui l’importanza di renderlo interessante e scorrevole, mettendo in evidenza le competenze chiave che il datore di lavoro auspica di trovare. Organizza il CV in sezioni ben definite e valuta l’utilizzo di caselle di testo/colonne per separarle in modo chiaro. La pagina non deve risultare eccessivamente “piena” ed i testi non devono essere troppo attaccati tra loro o troppo piccoli, in quanto questa disposizione potrebbe pregiudicarne una facile lettura.

2) Adatta il tuo CV in funzione del ruolo per il quale ti candidi - specialmente nel settore tecnologico

Non tutti i ruoli in ambito tecnologico sono uguali o richiedono le stesse competenze. Può sembrare ovvio, ma è importante adattare sempre il CV in funzione della specifica posizione d’interesse. I selezionatori ed i responsabili delle assunzioni potrebbero non portare avanti la tua candidatura qualora la ritenessero troppo generica o qualora sembrasse scritta per un’altra azienda. Verifica quali sono le competenze richieste (soprattutto quelle tecniche) ed inseriscile nel CV.

3) Includi un breve profilo personale all’inizio del CV...

Potrebbero esserci diversi candidati con le tue stesse competenze tecniche e, se ti stai proponendo per il tuo primo ruolo nel settore tecnologico, è possibile che abbiano una maggiore esperienza rispetto alla tua. Includendo una breve descrizione personale potrai dimostrare in che cosa ti distingui, presentarti meglio e far capire a chi legge perché avresti da offrire qualcosa in più.

…e, ancor meglio, una lettera di presentazione

Una lettera di presentazione specifica per il ruolo in questione, rivolta all’azienda di interesse, può fare un’enorme differenza. Non solo dimostrerà la tua volontà di impegnarti, ma ti permetterà anche di specificare meglio i risultati raggiunti e le competenze più importanti che possiedi. Inoltre non è detto che per una posizione in ambito tecnologico siano rilevanti esclusivamente skills tecniche, soprattutto se sei nuovo del settore. Una lettera di presentazione ben scritta può anche mettere in luce le tue principali soft skills, come ad esempio la capacità di comunicazione, che potrebbero compensare la mancanza di esperienza.

5) Inserisci nel tuo CV le attività extracurricolari

La propria personalità è un elemento fondamentale. Hai degli hobby nel campo della tecnologia? Aree di particolare interesse? Non aver timore di metterli in evidenza, soprattutto se sono inerenti al l’opportunità professionale a cui ti stai candidando. Ad esempio, se hai fatto parte di un gruppo di programmazione o come lavoro secondario hai sviluppato un’app, allora fallo presente! Questi dettagli sono decisivi e possono catturare l’attenzione del selezionatore; inseriscili nel profilo personale introduttivo oppure nella lettera di presentazione.

6) Rafforza le tue competenze ed inseriscile nel CV

Alcuni selezionatori apprezzano il fatto di trovare all’interno del CV una sezione che mette in evidenza i principali punti di forza e le personal skills del candidato. Sarebbe un ottimo modo per fare notare “ad una prima occhiata” in che modo potresti apportare valore aggiunto in azienda. Può essere utile anche inserire alcune soft skills al fine di integrare quelle tecniche già acquisite.

Se non puoi vantare una grande esperienza professionale in ambito tecnologico, un ottimo modo per arricchire il tuo CV è partecipare a corsi di breve durata che offrano attestati o certificazioni. Esistono molte piattaforme di web learning gratuite, con corsi e certificazioni riconosciuti nel settore. Proprio come per la stesura della lettera di presentazione, anche investire del tempo nella formazione è indice di grande volontà, quindi vale la pena individuare un corso pertinente al ruolo e completarlo.

7) Scrivi i risultati raggiunti nella tua precedente occupazione

I selezionatori/responsabili delle assunzioni vogliono comprendere quale sia la tua esperienza lavorativa (anche se maturata al di fuori del settore tecnologico), pertanto non limitarti soltanto ad elencare i principali ruoli ricoperti in precedenza. Piuttosto descrivi nel dettaglio il contributo che hai apportato, i risultati raggiunti e tutto ciò che hai imparato.

8) Assicurati che il tuo CV risulti chiaro da leggere

Una volta che hai completato la stesura del tuo CV, chiedi a qualcuno di leggerlo. È facile capire esattamente di cosa ti stavi occupando in un determinato periodo? Ad esempio, quale ruolo ricoprivi a Giugno 2020? Il tuo CV dovrebbe indicarlo senza che vi sia la minima difficoltà nel reperire tale informazione. Ad una prima occhiata tutto dovrebbe risultare chiaro a chi legge. Diversamente, modifica il tuo CV e semplificalo.

Sei alla ricerca del tuo primo ruolo nel settore tecnologico? Visualizza le nostre offerte di lavoro.

00