6 soft skill di cui avrai bisogno nella nuova era del mondo del lavoro

6 soft skill di cui avrai bisogno nella nuova era del mondo del lavoro

La crisi del Covid-19 ha provocato forti cambiamenti nel mondo del lavoro. Certo, alcuni di questi stavano già dietro le quinte nel mondo pre-crisi, ma sono stati accelerati - insieme ad una moltitudine di processi completamente nuovi. I datori di lavoro, quindi, sono sempre più alla ricerca di professionisti che abbiano quelle competenze trasversali necessarie per avere successo di fronte a nuove sfide.

Le soft skill sono le qualità più difficili da definire e misurare, a differenza delle loro opposte, le hard skill, ossia abilità tecniche come ad esempio lo creazione di siti web, la conoscenza di una lingua straniera o la scrittura di articoli. Il modo in cui ti comporti e reagisci a determinate situazioni sarà il risultato delle abilità trasversali che possiedi. Ad esempio, sei pronto ad adattarti e in grado di risolvere i problemi? O ti spaventi di fronte al cambiamento?

Le competenze trasversali necessarie per avere successo nel nuovo futuro del lavoro

Una cosa certa in questo momento è che il Coronavirus sta cambiando e rimodellando il nostro mondo del lavoro - rapidamente. Pertanto, è necessario posizionarsi e prepararsi al meglio, sviluppando le sei competenze trasversali di seguito descritte, che i datori di lavoro cercheranno nei loro futuri dipendenti.

1. Adattabilità

La capacità di accettare e adattarsi al cambiamento è vitale, perché, piaccia o no, il cambiamento sarà una parte importante della nuova era del mondo del lavoro. I bisogni e le aspettative dei consumatori stanno cambiando; pertanto le organizzazioni devono modificare i propri modelli di business. E di conseguenza, le professioni sono differenti. Che si tratti di organizzazione, tecnologia o competenze, i ruoli che ricopriamo e il modo in cui operiamo sta cambiando e cambierà ancora e ancora.

Con tutte queste incognite, le aziende sono sempre più alla ricerca di professionisti che possano uscire dalla propria zona di comfort e vedere il cambiamento come un'opportunità di crescita e innovazione.

Attraverso la pandemia, hai probabilmente affrontato e superato nuove avversità e sfide che non avevi previsto. Quindi, anche se a volte può esser sembrato difficile e scomodo, avrai sviluppato la tua flessibilità e la tua capacità di affrontare i cambiamenti improvvisi.

Se hai difficoltà ad adattarti, forse hai bisogno di rivedere questo consiglio di Alex Fraser, il nostro Group Head of Change, su come abbracciare il cambiamento in modo rapido ed efficace. Tra i molti altri suggerimenti, Alex suggerisce di riconoscere e razionalizzare la tua "voce di cautela": “Durante i periodi di cambiamento, quest'area del cervello [la voce di cautela] ama assumersi la responsabilità e ci spinge a resistere e ad essere cauti. Riconoscendo che questo è ciò che sta accadendo e ricordandoci che tutto andrà bene, possiamo rimanere aperti e prepararci ad affrontare il cambiamento con passi accurati e ponderati”.

Dovresti anche prenderti del tempo per riconoscere come la tua mentalità potrebbe essere cambiata nelle ultime settimane e mesi. Se hai notato che sei riuscito ad adattarti rapidamente alle novità, è probabile che lo avrai fatto usando una mentalità di crescita. Come ha spiegato il nostro CEO, Alistair Cox, quelli con una mentalità di crescita "tendono a vedere la vita come un'opportunità senza fine per capire cose nuove e apprezzare che il fallimento è parte integrante dell'apprendimento e del progresso".

2. Disponibilità all'apprendimento

La volontà di apprendere è in cima alla lista delle soft skills ricercate ora dalle aziende. Professionisti e organizzazioni sono stati sorpresi dal fatto che tutto può cambiare quasi dall'oggi al domani - e da questo deriva la domanda di competenze diverse. Di conseguenza, l'upskilling dovrebbe aver modificato l'elenco delle tue priorità, in modo da poter soddisfare le esigenze attuali e future dei prossimi potenziali datori di lavoro.

In effetti, Jane McNeill, Hays Australia Director, giustamente spiega in un recente blog, "... una volta che questa crisi sarà finita, saranno quelle persone che hanno preso provvedimenti per migliorare le proprie abilità che ne usciranno nella posizione migliore.". In sostanza, è necessario utilizzare questo momento di incertezza per prepararsi alla prossima era del mondo del lavoro. Dedicando ora tempo all'aggiornamento e all'apprendimento, dimostrerai ai futuri potenziali datori di lavoro la tua volontà di conoscenza, attraverso il modo in cui hai impiegato questo periodo per migliorare te stesso e far crescere la tua base di conoscenze.

Indipendentemente dal settore, la volontà di apprendere e il desiderio di rimanere al passo con le tendenze attuali e i cambiamenti rilevanti per la tua professione sono apprezzati dai datori di lavoro sia grandi che piccoli, in particolare in un mondo in cui sono richieste le competenze tecniche e dure richieste cambiano e cambiano costantemente. Dopotutto, dimostrare che sei disposto a imparare è la chiave per conoscere e comprendere eventuali nuovi sviluppi da un punto di vista tecnico, quindi, in definitiva, aiutare la tua organizzazione a progredire. Questa morbida abilità va di pari passo con l'essere autocosciente. Man mano che si verificano cambiamenti nel tuo settore, emergono lacune nelle tue capacità e conoscenze. Pertanto, è necessario disporre dell'autocoscienza necessaria per individuare eventuali nuove lacune e cercare di colmarle.

3. Intelligenza emotiva (EQ)

L'intelligenza emotiva (spesso definita EQ) è "il livello della tua capacità di comprendere le altre persone, ciò che le motiva e come lavorare in cooperazione con esse" - come definito da Howard Gardner, teorico di Harvard. Infatti, Grant Torrens, Regional Director di Hays Singapore, ha delineato quattro domande che puoi porti per rivedere il tuo EQ:

  • Riesci a individuare le emozioni negative negli altri?
  • Puoi apprendere dalle emozioni positive?
  • Ascolti le persone?
  • Ti rendi conto dell'impatto della tue emozioni?

Quando si naviga attraverso tempi difficili e nuove sfide, è indispensabile avere un alto livello di intelligenza emotiva. In effetti, il dottor Travis Bradberry, coautore di Emotional Intelligence 2.0, ha esplorato l'argomento in questo articolo del World Economic Forum e spiega come “le tue capacità di intelligenza emotiva aiutano a rendere lo stress più gestibile consentendoti di individuare e affrontare situazioni difficili prima che le cose si intensifichino.“. Questa è chiaramente un'abilità che tutti dovremmo possedere ora e in futuro poiché, sfortunatamente,  dovremo affrontare situazioni più difficili. Ed è fondamentale che tu sia in grado di affrontare questi scenari al meglio.

Bradberry afferma inoltre che recenti ricerche condotte all'interno della sua organizzazione hanno evidenziato che il 90% dei migliori artisti ha alti livelli di intelligenza emotiva. Quindi, sviluppare e aumentare l'EQ non solo ti proteggerà quando si avvicineranno tempi difficili o potenzialmente stressanti, ma ti metterà anche in condizione di diventare il migliore nelle tue attuali e future aree di lavoro.

4. Comunicazione

Va bene imparare ogni giorno qualcosa di nuovo e pensare a soluzioni intelligenti alle sfide, ma queste competenze trasversali si perdono se non si è in grado di comunicare e dimostrarle con successo ad altri, come ad un selezionatore in un colloquio di lavoro. Ad esempio, affermare che sei flessibile al cambiamento non è sufficiente; devi usare le tue capacità comunicative per dimostrarlo, magari fornendo esempi. Dopotutto, i datori di lavoro preferiscono le persone con eccezionali capacità comunicative e che si sentano a proprio agio nel parlare con le persone di tutti i livelli di un'organizzazione.

Vale anche la pena riconoscere che la comunicazione è cambiata sostanzialmente nelle conversazioni e interazioni che abbiamo avuto con i colleghi nel mondo pre-crisi, come ha esplorato Jane McNeill nel suo ultimo blog, con molti meno contatti faccia a faccia e un enorme aumento dei mezzi di comunicazione da remoto. Mentre passiamo a un mondo di lavoro ibrido - con i membri del team divisi tra lavoro da casa e lavoro d'ufficio - le forti capacità interpersonali e comunicative diventeranno sempre più importanti man mano che ci adatteremo a costruire e mantenere relazioni, collaborare e sostenere la produttività "virtualmente" piuttosto che di persona. Anche le videochiamate, le conferenze virtuali e le presentazioni online richiedono nuovi livelli di fiducia in se stessi che potresti non possedere attualmente, ma che dovrai sviluppare nel tempo, come ha recentemente spiegato Roddy Adair, Personal & Executive Assistants Director at Hays UK di Hays UK.

5. Problem-solving

Abbiamo tutti sperimentato in prima persona come le cose non vadano sempre secondo i nostri piani; con ogni probabilità, nessuno di noi aveva previsto che il 2020 sarebbe andato come finora. E con un mondo del lavoro in rapido mutamento arriva da parte delle aziende la domanda di professionisti che si adattino velocemente e risolvano i problemi in modo efficiente ed efficace.

Il nostro Chief Technology Officer, Mohit Talwar, ha condiviso in passato consigli su come migliorare la tua capacità di risoluzione dei problemi - un suggerimento è ncercare di visualizzare il problema: “Prova a documentare un'immagine del processo in base al problema ... Disegna un semplice diagramma senza preoccuparti di convenzioni tecniche, vincoli specifici ecc. Un semplice diagramma può aiutarti a visualizzare i problemi più complessi in qualsiasi area.". Puoi leggere il resto dei suoi consigli qui.

Inoltre, Rowan O’Grady, Hays Canada President, ha recentemente sottolineato che i leader devono coinvolgere maggiormente la loro squadra nelle discussioni sulla risoluzione dei problemi, mentre attraversiamo questa crisi. Pertanto, è probabile che non avrai bisogno di questa abilità solo per adattarti alle sfide della tua attività, ma sarai anche coinvolto dal tuo manager (e dai futuri manager) per aiutarli a trovare soluzioni ai cambiamenti delle esigenze organizzative dell'azienda.

6. Creatività

Importante sarà anche la creatività. Durante questi periodi turbolenti e imprevedibili, i budget sono destinati a restringersi e l'attenzione ai costi rimarrà in primo piano. I datori di lavoro sono quindi alla ricerca di professionisti in grado di elaborare idee e soluzioni creative, per garantire il rispetto delle scadenze e il raggiungimento dei risultati, nonostante le risorse limitate.

Se stai cercando di capire come potresti essere più creativo sul lavoro, segui questi consigli dello psicologo del lavoro Dott. Maggi Evans, in cui esplora i passi che puoi intraprendere per iniziare a essere più creativo e innovativo, ad esempio:

  • Prenditi i tuoi spazi: molte persone pensano alle loro idee migliori quando fanno qualcosa di diverso, come portare a spasso il loro cane
  • Sii curioso e inventivo: cerca di vedere un problema da nuove prospettive, ponendoti domande come "Cosa farebbe il mio supereroe?", "E se avessi più tempo o risorse illimitate?" o "E se dovessi trovare una soluzione oggi?"
  • Crea un ambiente positivo: se stai lavorando con un team su un progetto stimolante, trascorri un po' di tempo in chat o facendo prima qualcosa di divertente

E come Karen Young, Hays UK Director, ha affermato in modo eloquente, la creatività non è importante solo per i lavori appunto definiti "creativi", nonostante quello che si possa pensare. In effetti, "Questa preziosa abilità diventerà essenziale per la risoluzione dei problemi, lo sviluppo di idee e strategie che porteranno le aziende ad avere successo", un'abilità che non può essere sostituita dall'automazione.

Ora che sei a conoscenza delle competenze che saranno più importanti nella prossima era del mondo del lavoro, come puoi migliorarle? Ne abbiamo menzionato un paio sopra, ma qui ci sono sei blog che ti aiuteranno molto:

Una volta che ti sentirai più sicuro in ognuna di queste sei aree, assicurati di aggiornare il tuo CV con queste nuove e migliorate competenze trasversali. Inoltre, sii pronto a spiegare il modo in cui hai sviluppato queste abilità, fornendo esempi di quando le hai dimostrate e i risultati quantificabili che hanno portato.

Essere all'avanguardia rispetto allo sviluppo di queste skill richieste ti aiuterà a distinguerti agli occhi dei datori di lavoro, sia ora che in futuro. Dopotutto, le aziende sono composte da persone e il business è facilitato dalle interazioni tra esse - il che significa che le competenze trasversali diventeranno ancor più importanti in futuro nel lavoro.

Abbiamo menzionato solo qualcuna delle competenze trasversali più importanti per la prossima era del mondo del lavoro, ma è anche bene rivedere i tuoi punti di forza e di debolezza per capire in quali altre aree potresti migliorare, come il lavoro di squadra, l'organizzazione, il pensiero critico, la leadership e la gestione del tempo. Ricorda che, se combinata con l'alfabetizzazione digitale e le competenze tecniche pertinenti, una solida base di competenze trasversali metterà a "prova di futuro" la tua carriera per gli anni a venire.

 

Fonte: Hays Viewpoint

SW - promotional block dx

I consigli di Hays per lavorare da casa al meglio, affrontare un colloquio a distanza, e rimanere attivi nella ricerca di nuove opportunità di lavoro. 

Promo block - Blog

Consigli di carriera

Scopri come affrontare la ricerca del tuo prossimo lavoro e come progredire con successo nella tua carriera.

Promo block - Social

Seguici sui canali social