Come ritagliarsi del tempo per un colloquio di lavoro

Come ritagliarsi del tempo per un colloquio di lavoro

Congratulazioni! Sei stato invitato ad colloquio e questa potrebbe essere un’occasione unica per la tua carriera. Ma c’è un problema. Il colloquio è fissato per le 3 di pomeriggio – esattamente in contemporanea con un meeting con un cliente – un meeting per cui hai speso settimane a prepararti.

Anche se ora molti colloqui vengono sostenuti da remoto, ti renderai conto di dover in qualche modo ritagliarti del tempo libero per parteciparvi e forse riorganizzare completamente il tuo programma di lavoro.
Perciò, come fare?
 

3 aspetti da considerare quando devi trovare del tempo per un colloquio di lavoro

Sebbene possa sembrarti difficile, è una situazione in cui si trovano spesso molti professionisti. Abbiamo già discusso sul perché il momento migliore per cercare un nuovo lavoro sia quando ne hai già uno (e che ti rende felice), ma, una volta invitato ad un colloquio, devi trovare il tempo per parteciparvi.
 
Se hai un orario di lavoro flessibile o se spesso lavori da remoto, potrebbe essere più semplice riuscire ad avere momenti liberi utili per il colloquio. Al contrario, se lavori sempre in ufficio o se devi garantire la tua presenza fisica proprio nel giorno e nell’ora in cui è programmato l'incontro, potrebbe essere più complicato inserirlo nella tua agenda senza preoccuparti delle conseguenze.

1. Prova ad evitare di programmare colloqui durante l’orario di lavoro, se possibile. Come primo appuntamento al mattino, in pausa pranzo o dopo il lavoro sono i momenti ideali per organizzare un colloquio di lavoro – sebbene potrebbe essere più semplice a dirsi che a farsi. Perciò, se ti viene proposto un orario in cui ti risulterebbe particolarmente complicato partecipare, avvisa per tempo il tuo recruiter o il manager che si occupa della selezione. Spiega la situazione – incluso il fatto che devi partecipare a quell’importante meeting con dei clienti – e richiedi nuove disponibilità di date e orari. La maggior parte delle aziende capiranno la difficoltà di sostenere un colloquio durante le normali ore lavorative, e saranno flessibili nel trovare momenti diversi, in base alle loro possibilità. Inoltre, chiedendo di programmare nuovamente il colloquio in un momento più idoneo, oltre l’orario lavorativo, dimostrerai all’azienda la tua fedeltà ed onestà, di non voler mettere in difficoltà colleghi o clienti, e questo non può che essere altro che vista come una cosa positiva.

2. Prendi un giorno di ferie in quella data. Spesso la miglior soluzione è prendere ferie proprio il giorno in cui si deve sostenere il colloquio. Se non fosse possibile, potresti richiedere mezza giornata di permesso? In questo modo, la tua ansia diminuirà notevolmente. Ti permetterebbe anche di focalizzarti solamente sull’incontro (dandoti così l’opportunità di prepararti e di entrare nel giusto stato d'animo), e non invece sulle attività in sospeso o sulle scadenze a cui devi far fronte. 

Se sei alla ricerca di un nuovo lavoro, potrebbe essere una buona idea anche pianificare due colloqui nello stesso giorno, così da ottimizzare il tempo a tua disposizione. A questo punto potresti chiederti, come faccio a chiedere un giorno di ferie se il colloquio viene organizzato con poco preavviso? Spesso, i colloqui vengono programmati in tempi brevi, perciò le richieste di permessi devono essere inviate altrettanto velocemente. È importante che tu ricorda che stai per fare un passo per poter migliorare la tua carriera, che tutti prima o poi fanno. Perciò, se hai richiesto ferie per sostenere un colloquio, anche con poco preavviso, sappi che non stai facendo nulla di sbagliato.

3. Non mentire e non fare il furbo. Se non hai la possibilità di spostare l’orario del colloquio, potresti pensare di tentare come scusa quella di avere un appuntamento medico o fingere una malattia quel giorno. Questa “tattica” non è raccomandabile. Se invece volessi proprio metterla in atto, meglio stare sul vago e dire di avere un appuntamento personale piuttosto che mentire e compromettere la tua integrità. In definitiva, potresti anche trovarti in una situazione molto difficile da gestire, ma non vale la pena farsi scoprire a dire una bugia.


Dovrei avvisare il mio capo che sto cercando un nuovo lavoro?

Nel mondo del lavoro di oggi – in cui viviamo e lavoriamo più a lungo – è diventato abbastanza comune per le aziende aderire ad una cultura onesta ed aperta circa i percorsi di carriera dei propri dipendenti. 

Più manager ora sono soliti avere questo tipo di conversazioni con i propri collaboratori - anche se comporta comprendere che uno o più membri del proprio team potrebbero cambiare lavoro.
 
Se ti è già capitato di avere questo tipo di discussione con il tuo manager, potresti non aver problemi a confidargli che dovrai a breve sostenere un colloquio. In caso contrario, è meglio non divulgare nessuna informazione fino a quando non avrai ricevuto un’offerta economica e non avrai una proposta di contratto in mano.

Seguendo questi suggerimenti, potrai metterti nell’ottica di sostenere al meglio il tuo prossimo colloquio. Senza l'ansia che può derivare dal preoccuparti di ciò che penseranno tutti, dal tuo manager ai colleghi, se scoprissero che sei alla ricerca di un nuovo lavoro, sarai nella giusta condizione per dare il meglio di te.
 
 

SW - promotional block dx

I consigli di Hays per lavorare da casa al meglio, affrontare un colloquio a distanza, e rimanere attivi nella ricerca di nuove opportunità di lavoro. 

Promo block - Blog

Consigli di carriera

Scopri come affrontare la ricerca del tuo prossimo lavoro e come progredire con successo nella tua carriera.

Banner - CV download