Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

HAYS INCONTRA: ROSS ALEXANDER, MARKETING MANAGER

mcfc marketing ita

Nella serie di articoli denominata #MatchYourAmbition parliamo con alcune figure chiave del team Manchester City riguardo l’importanza del loro ruolo all’interno del Club. Essi ci raccontano come esercitano quotidianamente una certa influenza sulla squadra del Manchester City e di come al contempo riescano a raggiungere i propri obiettivi di carriera.

Incontriamo Ross Alexander, Marketing Manager – Manchester City Football Club

 

Da quanto tempo lavori con il Manchester City e cosa inizialmente ti ha attratto del Club?

Lavoro nel Club da due anni e mezzo circa. Nel momento in cui vidi l’annuncio per questa opportunità di lavoro ho subito compreso che fosse un progetto di cui avrei voluto assolutamente far parte. Lavorare all’interno di una squadra di Premier League significa entrare in un ambiente frenetico ed al tempo stesso stimolante, e mi diverto ancora oggi a vedere la mia azienda in TV il sabato pomeriggio.

Cosa ti ha spinto a scegliere il marketing come area di lavoro?

Mi piace moltissimo essere al centro del business di una azienda ed aiutarla a crescere. Nel marketing si viene coinvolti in numerosi progetti relativi a diversi settori dell’azienda, potendo così lavorare con colleghi di diversi dipartimenti e aventi background professionali differenti. È anche un’area molto creativa: il marketing è l’ufficio in cui puoi divertirti e al contempo fare la differenza.

Descrivi una giornata tipo

Il nostro obiettivo principale è vendere i biglietti e gli abbonamenti stagionali del Club. Questa è l’attività in cui dobbiamo concentrare maggiormente i nostri sforzi, promuovendo i diversi match ai nostri fan. Il mio team studia di volta in volta il calendario delle partite e pianifica diverse attività affinché siano venduti tutti i biglietti.  Creiamo quindi delle pubblicità specifiche sui nostri siti web e lavoriamo per trovare nuove tipologie di comunicazioni da inviare ai nostri fan attraverso il nostro Fan Relationship Management team. Vogliamo creare un collegamento emozionale con i nostri supporter – se riusciamo, infatti, a coinvolgere maggiormente in nostri fan in un determinato incontro calcistico, avremmo sicuramente maggiori chance di vendere più biglietti.

Oltre a tutto ciò, lavoriamo con altri dipartimenti come ad esempio il Digital team – se loro hanno sviluppato dei nuovi prodotti, noi li aiutiamo a promuoverli.

E’ un grande mix di attività – ogni settimana se ne hanno alcune che si devono seguire sistematicamente, come appunto la vendita dei biglietti, poi ci sono molti progetti che nascono durante lo svolgersi della stagione calcistica.

Dove i fan potrebbero vedere il tuo lavoro o la tua influenza nel Club?

Avranno potuto vedere il nostro lavoro tramite tutte le pubblicità e promozioni che abbiamo fatto sul sito web o esternamente su altri canali, sia per la vendita dei biglietti e degli abbonamenti stagionali.

Cerchiamo di rendere ogni partita il più interessante possibile. Se arrivi ad assistere ad una partita e guardi il programma o il branding sulle sedie dello stadio, ecco alcuni esempi di attività che abbiamo creato nel team marketing.

Un nuovo grande evento organizzato per questa stagione è stato il City Family Day: prima di ogni partita in casa della Premier League abbiano organizzato un evento di 90 minuti nella sede della City Football Academy. Tutti i fan erano i benvenuti per assistere a questo evento, ma per lo più era riservato ad adulti con i loro bambini. Ogni bambino poteva giocare a calcio, avendo diverse sfide da superare. Alla fine dell’evento tutti i partecipanti – circa 500-600 persone – hanno partecipato alla marcia verso la partita.

In che modo i successi sul campo aiutano il tuo ruolo di Marketing Manager a promuovere il brand?

Sono estremamente importanti – se i fan sono entusiasti di come va la squadra di calcio, saranno più felici di assistere all’incontro successivo.

Come il tuo ruolo aiuta a promuovere il brand Manchester City?

Il nostro focus principale è assicurarci di essere sempre in collegamento con i nostri fan, facendo sì che assistano ai match e parlando con loro tramite i social media. Per avere un prodotto interessante a livello internazionale devi assicurarti uno stadio pieno e numerosi fan che supportano appassionatamente la propria squadra. Da qui parte tutto.

Hai sempre avuto intenzione di lavorare nel modo dello sport?

Ho sempre voluto lavorare in un’area che fosse di mio interesse, perché se lavoro con passione ciò ti aiuta moltissimo nello svolgere ogni giorno le tue attività e mantenerti sempre entusiasta di ciò che fai.

Per me è stata una decisione facile accettare un lavoro nel Manchester City. E’ davvero bello essere parte di questo Club, perché sono appassionato di calcio e mi piace tenermi in contatto con i nostri sostenitori per tutto il corso della stagione. Il calcio è una delle cose più importanti nella vita dei fan ed è fantastico vivere in prima linea una stagione calcistica e fare esperienza di tutto l’incoraggiamento che essi ti trasmettono.

Quale consiglio puoi dare ad altri professionisti che vogliono cambiare settore?

Il mio consiglio è: se vuoi cambiare settore di mercato, devi prima informarti bene e vedere se realmente può essere interessante per te. Nella mia carriera ho sempre cercato di lavorare in ambiti per cui nutrivo un interesse personale al di fuori dal lavoro, e che trovavo molto interessanti già in fase di colloquio e nei primi giorni di lavoro.

Quali sono le principali sfide che hai incontrato nel cambiare settore e come le hai superate?

Le attività da svolgere possono essere molto simili tra i diversi settori, perciò spesso puoi facilmente trovare una soluzione ad un problema confrontando altre situazioni in cui ti sei trovato in passato. La più grande difficoltà arrivando nel Manchester City è stata affrontare l’immediatezza del marketing di una squadra di calcio. Nel mio lavoro precedente, infatti, mi occupavo di progetti relativi a videogame che potevano richieder anche due anni per essere introdotti sul mercato. Ora invece le partite sono settimanali, per cui si tratta di una tempo di produzione molto più rapido.

Hai lavorato nelle PR, nel Marketing e nel brand – quale area ti piace di più e perché?

Ho lavorato in tutte queste discipline, ma la mia preferita è il marketing, perché sei coinvolto nello sviluppo di un progetto sin dall’inizio.


Fonte: Hays Viewpoint

 

LINK UTILI

Ultime opportunità di lavoro inserite

Visualizzare tutti >