Skip to content
Hays - Recruiting experts worldwide
  1. Sono
    Sono
  2. Se avete già registrato un account su Hays.it o su Hays-Response.it potete effettuare il login utilizzando tale account

QUANDO IL MANAGER È IN VACANZA: 7 PROFESSIONISTI SU 10 NON STACCANO MAI DAL LAVORO

NEMMENO DURANTE LE VACANZE



Milano, 08 agosto 2012 - Sono smartphone, tablet e netbook i migliori compagni d’ombrellone per il 77% dei manager italiani, almeno secondo i risultati dell’indagine condotta dal gruppo Hays, specializzato nella selezione in top e middle management, che ha chiesto a 300 professionisti italiani quali progetti hanno per le vacanze estive 2012.

Per la maggior parte degli intervistati “vacanza” non sempre fa rima con “riposo”: il 77% dei professionisti dovrà infatti alternare bagni in mare e passeggiate in montagna con conference call e planning del budget; e se da una parte c’è chi si “limiterà” a un semplice controllo della posta aziendale (46%), dall’altra invece ci sono manager che dovranno sacrificare gran parte delle proprie vacanze lavorando (12%). Solo 2 intervistati su 10 non devono - o vogliono - lavorare durante le proprie ferie.

Negli ultimi anni abbiamo assistito alla nascita di nuovi strumenti tecnologici sempre più miniaturizzati e potenti che permettono di essere “virtualmente” presenti in ufficio, svolgendo non solo le più semplici operazioni di routine, ma anche portando avanti da remoto veri e propri progetti di business: tra i device maggiormente utilizzati per lavorare durante le ferie, troviamo al primo posto gli smartphone (75%), seguiti da pc e netbook (69%) e dai nuovi tablet (28%).

Ma i dati raccolti confermano anche che, oramai, lavorare in vacanza, sta diventando una spiacevole abitudine per gli italiani: l’83% degli intervistati afferma, infatti, che lavorare durante il proprio periodo di meritato riposo non è certo una novità. E se il 58% di questi precisa che la mole di lavoro che dovrà affrontare quest’estate è pari a quella degli anni precedenti, c’è addirittura un 15% che avrà maggiori impegni lavorativi rispetto alle ferie del 2011.

“Da diversi anni ormai, il rapporto dei manager italiani con le vacanze sta cambiando – afferma Carlos Manuel Soave, Managing Director di Hays Italia - Pur continuando ad andare in vacanza, molti professionisti non riescono davvero a staccare la spina, e si ritrovano a gestire riunioni e agende sotto l’ombrellone. È vero che ci sono impegni lavorativi che incombono anche nel periodo estivo. Ma sta alla sensibilità del professionista capire quando è il momento giusto per disconnettersi e dedicare tempo alla famiglia, agli amici o a se stessi. Quasi a discolpa degli stakanovisti da ombrellone, c’è da dire che in vacanza si registrano un impegno e uno stress solitamente minori rispetto a quelli dei canonici giorni di ufficio, ma lo stacco completo dal lavoro sta diventando sempre più raro ”.

E infine qualche curiosità sulle vacanze dei professionisti intervistati: nonostante il periodo di ristrettezze economiche, 9 professionisti su 10 non rinunciano alle ferie nella stagione estiva. Non solo: in tempi di spending review, quasi il 66% degli interpellati confessa che il proprio periodo di vacanze (mediamente due settimane) è rimasto invariato rispetto al 2011.

Per il 68% dei professionisti che invece rimane a casa, le mancate ferie sono dovute a motivi economici, mentre il 31% è trattenuto da ragioni familiari; solamente il 18% preferisce “sacrificarsi” e rimanere alla scrivania in estate, per poi recuperare con una massiccia dose di vacanze in altri periodi dell’anno.

 

Informazioni su Hays

Hays, società quotata al London Stock Exchange, è uno dei leader mondiali nel recruitment specializzato nell’ambito del middle e senior management. Il team di Hays Worldwide conta più di 7000 persone, distribuite in 255 uffici dislocati in 33 Paesi nel mondo. Da più di trenta anni Hays è attiva in Europa, Canada, Australia e Nuova Zelanda con consulenti che, grazie al background maturato in una delle 20 differenti divisioni, offrono ai propri clienti la garanzia di una copertura delle differenti esigenze aziendali sia a livello nazionale sia internazionale.

Per maggiori informazioni:
Melismelis – tel. 02 33600334
Federico Broggi - federico.broggi@melismelis.it
Claudio Motta - claudio.motta@melismelis.it


 

|