Skip to content
Hays - Recruiting experts worldwide
  1. Sono
    Sono
  2. Se avete già registrato un account su Hays.it o su Hays-Response.it potete effettuare il login utilizzando tale account

LE CHIAVI PER UNA SOLIDA REPUTAZIONE AZIENDALE?

APERTURA E TRASPARENZA


Milano, 29 Aprile 2015
– Apertura e trasparenza verso i propri shareholders. Sono questi due valori imprescindibili per un’azienda in tempo di crisi secondo gli esperti della divisione Executive di Hays, gruppo specializzato nel recruitment di middle e top manager. 

L’incertezza e la precarietà di questi ultimi anni hanno messo a dura prova le aziende facendo vacillare non solo la leadership, ma anche le tradizionali culture d’impresa gerarchiche, evidenziandone i limiti. Nell’attuale contesto economico, infatti, è necessario lo sviluppo di una cultura d’impresa orientata all’ascolto dei propri dipendenti, per costruire una solida reputation sul mercato. Executive_CMYK.jpg

“La reputazione di un’azienda, vale a dire come l’azienda stessa viene percepita dai propri portatori d’interesse, è oggi più che mai di importanza strategica soprattutto in un contesto di crisi come quello attuale - afferma Erika Perez, Responsabile della divisione Hays Executive -. Tuttavia, le aziende tendono a focalizzare l’attenzione solo sul giudizio degli stakeholder esterni, sottovalutando o ignorando i pareri degli shareholders interni. Godere di una buona reputazione presso i propri dipendenti, invece, è fondamentale sia per attrarre i migliori talenti sul mercato sia per rafforzare la motivazione e l’engagement di chi già lavora nell’organizzazione”.

È quindi necessario che le risorse umane di un’azienda, sia essa di piccole o di grandi dimensioni, siano coinvolte in prima linea nello sviluppo di una cultura improntata alla trasparenza e all’apertura verso i propri collaboratori.

“Le HR giocano un ruolo cruciale per facilitare comportamenti e atteggiamenti ‘aperti e trasparenti’ attraverso cambiamenti organizzativi promuovendo, ad esempio, una struttura meno gerarchica o creando social network interni all’azienda – continua Perez –. A tal fine, le risorse umane devono lavorare a stretto contatto con gli altri settori aziendali per sviluppare politiche organizzative orientate all’apertura e all’ascolto”.

Tuttavia, tale trasformazione è possibile solo se le HR possono contare sul supporto del top management: “È necessario - conclude Perez – un cambiamento anche nella mentalità dei dirigenti, più improntata alla collaborazione e meno al controllo, mostrando loro i vantaggi che derivano da una solida reputazione tra i propri shareholders”.

 

 

 

Informazioni su Hays

Hays, società quotata al London Stock Exchange, è uno dei leader mondiali nel recruitment specializzato nell’ambito del middle e senior management. Al 30 giugno 2014 il team di Hays Worldwide conta più di 8.237 persone, distribuite in 237 uffici dislocati in 33 Paesi nel mondo. Da più di trenta anni Hays è attiva in Europa, Canada, Australia e Nuova Zelanda con consulenti che, grazie al background maturato in una delle 20 differenti divisioni, offrono ai propri clienti la garanzia di una copertura delle differenti esigenze aziendali sia a livello nazionale sia internazionale.

Per maggiori informazioni:
Melismelis – tel. 02 33600334

Federico Broggi - federico.broggi@melismelis.it
Claudio Motta - claudio.motta@melismelis.it