Skip to content
Hays - Recruiting experts worldwide
  1. Sono
    Sono
  2. Se avete già registrato un account su Hays.it o su Hays-Response.it potete effettuare il login utilizzando tale account

IN AMBITO FINANCE BUONA PERFORMANCE DI FINANCIAL CONTROLLER, CFO, CREDIT MANAGER


Milano, 28 Maggio 2012 – il settore Accountancy & Finance è stato duramente colpito dall’onda d’urto scatenata dall’indebolimento dello scenario economico mondiale – afferma Fabio Scarcella, Manager Hays – commentando i dati della Salary Guide 2012, un’indagine svolta a livello nazionale su di un campione di 1200 professionisti e 260 aziende. - L’insicurezza e la precarietà finanziaria hanno provocato un mutamento nel modus operandi delle aziende che, accantonata momentaneamente la ricerca dei profili ritenuti poco “strategici”, si sono concentrate su figure specializzate nel minimizzare le conseguenze della crisi economica. È ormai un dato di fatto che il mercato dei servizi finanziari sia stato fortemente influenzato dalla crisi economica mondiale – continua Scarcella – Le aziende preferiscono puntare quindi sulla qualità delle proprie risorse, a discapito della quantità.

TOP JOBS
Financial Controller, CFO e Credit Manager sono le figure su cui le aziende italiane hanno voluto investire nell’ottica di un duplice obiettivo: da una parte attuare una politica di cost saving e dall’altra cercare di riscuotere il credito rimasto in sospeso dalle attività pre-crisi. Tra i profili meno ricercati nel 2011 spiccano le figure di Accountant, ritenute più superflue in un planning di consolidamento aziendale. Quello del Finance è uno dei pochi settori a livello internazionale, che non registra particolari problematiche nell’individuazione dei candidati: il parco professionisti italiano è eterogeneo e ben qualificato e ciò permette alle aziende di individuare e selezionare facilmente i profili che vantano le migliori specializzazioni.

LAVORARE ALL’ESTERO
La conoscenza di una lingua straniera (in primis l’inglese e a seguire francese, tedesco e spagnolo) e la disponibilità alla mobilità territoriale, si confermano come requisiti fondamentali, in particolare per realtà internazionali che hanno un ruolo sempre più significativo nel business globale del mercato. Ma non va sottovalutata il peso crescente dei paesi BRIC, che fanno lievitare richieste per professionisti in grado di operare quotidianamente in Cinese, Russo e Portoghese. I professionisti del settore cercano una condizione lavorativa idonea alle specifiche esigenze ed aspettative, ma sono pronti ad affrontare nuove sfide, in Italia o all’estero pur di partecipare a progetti interessanti. Quasi 8 professionisti su 10 degli intervistati (78,9%) si dichiara disponibile a lasciare l’Italia: tra le mete più gettonate, Europa per l’65% e Nord America 17,4%, a cui seguono Sud America, Asia e infine Oceania.

VARIAZIONI SALARIALI E GEOGRAFIA RETRIBUTIVA
Nonostante il vento di crisi, nel 2011 si sono registrate deboli variazioni nello scenario retributivo: tutte le figure professionali hanno infatti assistito ad un incremento salariale. Nei pacchetti retributivi Accountancy & Finance, una percentuale variabile accordata in base a determinati obiettivi di business è una componente presente e ben radicata – sono diversi anni che le aziende la utilizzano. Questo permette un migliore controllo dei costi aziendali e al contempo stimola il massimo impegno dai propri dipendenti. Milano, in quanto piazza principe della finanza italiana, offre retribuzioni più elevate (+15%), anche a seguito di un maggiore costo della vita e una migliore offerta. A seguire si piazzano Roma, poi Bologna e infine Torino.

BENEFIT
Punto fondamentale che emerge dall’indagine Hays, è il rapporto dei lavoratori del comparto con i benefit non finanziari. Presenti in grande misura in Italia (vengono offerti da 9 aziende su 10), i benefit sono considerati come il principale strumento per trattenere i migliori professionisti disponibili sul mercato all’interno della propria azienda. Al primo posto tra i benefit maggiormente offerti/richiesti si piazza il l’auto aziendale per l’82,8%, seguito dall’assicurazione sanitaria 72,4%, e telefono cellulare (32,3%).

PREVISIONI 2012
Le previsioni per il 2012 – conclude Scarcella - vedono un iniziale periodo di semi-stallo per almeno i primi sei mesi dell’anno, a causa dell’incertezza dei mercati finanziari internazionali. La ripresa del settore dipenderà dalle strategie economiche che verranno approntate a livello internazionale, ma una graduale ripresa è ipotizzabile della seconda metà del 2012.
 

 

Informazioni su Hays

Hays, società quotata al London Stock Exchange, è uno dei leader mondiali nel recruitment specializzato nell’ambito del middle e senior management. Il team di Hays Worldwide conta più di 7000 persone, distribuite in 255 uffici dislocati in 33 Paesi nel mondo. Da più di trenta anni Hays è attiva in Europa, Canada, Australia e Nuova Zelanda con consulenti che, grazie al background maturato in una delle 20 differenti divisioni, offrono ai propri clienti la garanzia di una copertura delle differenti esigenze aziendali sia a livello nazionale sia internazionale.

Per maggiori informazioni:
Melismelis – tel. 02 33600334
Federico Broggi - federico.broggi@melismelis.it
Claudio Motta - claudio.motta@melismelis.it