Questo sito utilizza cookies. Se continui la navigazione, ne acconsenti l'uso, ma puoi cambiare le tue preferenze sui cookies in qualsiasi momento.

8 modi per innamorarti di nuovo del tuo lavoro

Ognuno ha momenti in cui si disinnamora del proprio lavoro, quando l'entusiasmo diminuisce e i dubbi cominciano ad emergere. La realtà è che abbiamo tutti degli alti e bassi durante la nostra carriera professionale, e sta a noi decidere se si sta attraversando solo un brutto periodo o se un cambio di lavoro potrebbe essere davvero la soluzione migliore.

Prima di arrenderti e iniziare a cercare nuove opportunità, prova però a seguire questi consigli: potresti ritrovare la passione per il tuo lavoro.

Ricordati del motivo per cui hai accettato questo lavoro

Può essere facile farsi prendere dalla routine quotidiana e perdere di vista la “big picture”. Ricordati del motivo per cui hai iniziato questo lavoro e gli obiettivi che volevi raggiungere in quel momento. Fai riaffiorare nella mente le tue ambizioni di carriera e il perchè il tuo attuale ruolo attuale ti aiuterà a raggiungerli: così potrai riscoprire quell’entusiasmo che caratterizzava i primi giorni. E tieni sempre a mente il tuo obiettivo finale.

Datti una pacca sulla spalla

Quando ricopri un ruolo da parecchio tempo, è facile perdere di vista i progressi fatti. Pensa a quanto è stato difficile quando hai iniziato e quanto invece sei brillante e competente nelle tua attività ora. Le persone di maggior successo sono così: fiduciose e competenti. Ricordati di ciò per credere ogni giorno di più in te stesso, spingendoti così verso nuovi successi.

Alza la posta in gioco

Se riesci a fare il tuo lavoro ad occhi chiusi, allora non ti stai più ponendo delle sfide! Trascorriamo la maggior parte della giornata al lavoro, perciò la tua mente ha continuamente bisogno di stimoli durante tutto questo tempo. Chiedi al tuo Manager maggiori responsabilità e un coinvolgimento più ampio in diversi aspetti del business. In questo modo non solo troverai nuovi stimoli ma dimostrerai anche al tuo capo che ti piacerebbe imparare e crescere professionalmente, mettendoti così sulla buona strada per una promozione.

Esci dalla routine quotidiana

Allo stesso modo, mangiare lo stesso pranzo alla tua scrivania ogni giorno non è salutare e porterà rapidamente allo sconforto. Troverai presto difficile distinguere tra i giorni e la tua vita lavorativa diventerà noiosa. Cambia le cose in ogni modo possibile. Proponiti per svolgere nuove attività, incontra persone diverse ed esci dalla tua zona di comfort.

Trova un mentore

Se ti senti perso nel tuo lavoro e stai lottando per ritrovare la motivazione perduta, prova ad appoggiarti a qualcun altro per consigli e supporto. Alcuni colleghi infatti possono essere particolarmente utili e stimolanti con il loro esempio. La loro guida può darti una nuova direzione, aiutandoti a riorientare il tuo piano di carriera. I mentori possono persino introdurti a un più ampio network di professionisti.

Affronta la tua negatività

Tu sei il tuo peggior nemico. L’autocritica occasionale può rapidamente sfociare in un circolo irreversibile di negatività, compromettendo tutta la produttività quotidiana. Questi pensieri negativi automatici sono distruttivi: identificali e cancellali dalla tu amente non appena li senti affiorare. Sostituiscili con atteggiamenti positivi: presto scoprirai di avere maggiori fiducia in te stesso e, di conseguenza, di essere un professionista capace nel tuo lavoro.

Aumenta le tue competenze

Come evidenziato nell'ultimo Hays Journal, anche i professionisti che ricoprono una carica di rilievo all’interno di una azienda hanno sempre molto da imparare. Scopri se il tuo dipartimento ha budget da investire per dei corsi di formazione (tuttavia ci sono molti altri modi per crescere nel tuo ruolo). Migliorando il tuo bagaglio di competenze e le tue conoscenze non solo arricchirai il tuo CV, ma trasformerai te stesso in una preziosa risorsa per la tua azienda.

Circondati di persone appassionate

Entusiasmo e negatività sono entrambi contagiosi, quindi circondati di persone piene del primo sentimento. Un collega che si lamenta costantemente e guarda l'orologio di continuo probabilmente avrà un rapido effetto negativo anche sul tuo atteggiamento. Potresti non avere molta voce in capitolo sullo scegliere con chi collaborare, ma puoi sicuramente scegliere un network professionale diverso e magari più ampio anche al di fuori del lavoro.

E se tutto il resto fallisce, esplora altre opportunità di carriera.

Se hai provato tutto quanto detto sopra e ti senti ancora infelice, allora è probabilmente il momento di cambiare lavoro. Avere una carriera che ti stimola e ti sfida è davvero importante. Cerca questa volta una esperienza professionale a che ti renderà felice; ipotizza un piano di crescita di cinque o dieci anni. L’ultima edizione dell’Hays Global Skills Index dimostra che probabilmente c'è un lavoro là fuori per te, devi solo essere diligente e risoluto nel ricercarlo.
 

LINK UTILI