Skip to content
Hays - Recruiting experts worldwide
  1. Sono
    Sono
  2. Se avete già registrato un account su Hays.it o su Hays-Response.it potete effettuare il login utilizzando tale account

10 errori nella propria carriera

di cui potersi pentire

errori

Postato da Hays Italia, 22 Settembre 2015

Questi comuni errori commessi sul posto di lavoro possono danneggiare nel lungo periodo la propria carriera. Se vi riconoscete in questo articolo, forse è ora di cambiare il vostro modo di lavorare, per riportare la vostra carriera sulla giusta strada.

1. Non vi state impegnando
E’ semplice trovarsi in questa situazione: siete nella stessa azienda da molti anni e avete perso la motivazione a fare meglio. Impegnandosi ogni giorno sempre più e spingendovi fuori dalle vostre solite aree di competenza, avrete l’occasione di trarre il meglio dal vostro lavoro. Da una promozione fino ad un aumento di stipendio, un piccolo sforzo vi permetterà di fare tanta strada in ufficio. 

2. Non state vedendo la “big-picture”
Siamo presi da mille attività ed a volte siamo chiamati a coordinare diverse persone: indubbiamente in queste condizioni può essere difficile fermarsi un attimo a riflettere e guardare il nostro lavoro dalla giusta distanza, soffermandosi appunto sulla “big-picture”. Capire quali sono gli obiettivi di business in generale della vostra azienda vi permetterà non solo di aumentare il senso di appartenenza alla vostra società, ma anche di rinnovare la passione per quel che state facendo.

3. State facendo terra bruciata
Le relazioni, il network ed il passaparola sono ancora elementi incredibilmente importanti per progredire nella propria carriera, specialmente se si vuole rimanere nello stesso settore di mercato. Rovinare i rapporti con i colleghi potrebbe creare attorno a voi una reputazione negativa, che inficerà la ricerca del vostro prossimo lavoro. 

4. State anteponendo la carriera alla vita privata
Sebbene il lavoro sia importante, senza un giusto bilanciamento con la vita privata esso non vi porterà alcuna felicità o benessere, e difficilmente potrete far carriera. Perciò, ritagliatevi un po’ di tempo libero per ripensare al lavoro in una giusta prospettiva. 

5. State confondendo la linea divisoria tra personale e professionale
Se si lavora in una stessa azienda da molto tempo, può essere facile instaurare relazioni che dal professionale passano alla sfera personale. Tenendo ben definiti i confini tra queste due dimensioni, sarà più facile dare il massimo durante le ore di lavoro, sarete visti anche in maniera più professionale, ed è bene non portare alcun peso o problema dall'esterno in ufficio. 

6. Pensate sempre che “l’erba del vicino” sia più verde
Cambiare lavoro perché si pensa che “l’erba del vicino” possa essere più verde, in un’altra realtà può essere un grande errore. Chi può sapere se sareste più felici in un altro posto di lavoro o rimanendo in quello attuale? E’ bene assicurarvi che state lasciando una azienda per una giusta motivazione, prima di accettare una nuova occupazione altrove. 

7. Le vostre competenze stanno diventando superate
Con l’avanzare a grandi passi della tecnologia, è sempre più importante stare al passo con il cambiamento e fare in modo di possedere qualifiche e competenze all’avanguardia. In caso contrario, la vostra carriera ne risentirebbe, in quanto potrebbe vedersi rallentata e sorpassata da nuovi professionisti, magari più giovani o con una mente più dinamica, in grado di adattarsi alle nuove regole e condizioni del mercato. 

8. Non vi fidate del vostro istinto
Se si lavora in uno stesso settore da anni, ormai si dovrebbe aver sviluppato un certo sesto senso. Per essere certi di non aver brutte sorprese o ripensamenti in un futuro, quando siete di fronte ad una importante decisione sul lavoro, provate a fidarvi del vostro istinto.

9. Non focalizzarsi su quelle attività che danno maggior valore aggiunto
Invece di dividere il vostro tempo tra mille attività che hanno poca importanza e che vi fanno perdere il senso di quel che state facendo, provate a focalizzarvi su quei progetti che davvero sono importanti per l’azienda intera, che vi possano dare soddisfazione e supportare la vostra crescita professionale. Questo vi permetterà anche di riflettere meglio sul vostro ruolo e continuare ad aver successo in azienda. 

10. Non credere in se stessi
Se non si ha fiducia nelle proprie capacità, è facili che il vostro capo e i vostri colleghi facciano lo stesso. Provate a recuperare sicurezza in voi, volgendo lo sguardo a tutto ciò che avete costruito finora, smettendo di dare ascolto a strani dubi nella vostra testa ed iniziando a credere in quel che ogni giorno fate. Siete molto meglio di quello che voi stessi credete.

 

Autore: Catherine Gutsell, Social Media Manager at Hays

Fonte: The Hays Viewpoint